Aaron Brooks

Gerry on April 15th, 2013

Sottobosco NBA: la sorpresa e la delusione squadra per squadra, rookies, premiati e giocatori nella bottom 25 esclusi. Western Conference.

Continue reading about Understory (West)

Gerry on April 16th, 2011

La stagione in tre foto.

Continue reading about At home: the Rockets

admin on February 26th, 2011

Continue reading about Grading the deadline

Gerry on November 5th, 2010

L’anno scorso ne indicai 24, forse troppi, con annessi malumori di chi si chiedeva come potessi non azzeccare il futuro vincitore, non a caso ben presente nel listone. Allora quest’anno me la rischio per davvero: chi sono i 10 candidati a succedere ad Aaron Brooks per il premio di giocatore più migliorato?

Continue reading about Most Improved Player 2011: nomination

Gerry on January 10th, 2010

Senza entrare nel merito tecnico e nelle spinose ragioni storiche della sua estinzione, è possibile dimostrare analiticamente cosa resta del superato concetto di play puro nella NBA del 2010?

Continue reading about Assist Rate ed il play puro estinto

Gerry on December 1st, 2009

Doveva essere un anno di transizione nella migliore delle ipotesi; nessuno li ha messi tra le otto candidate ai playoff; Charles Barkley li ha derisi prima del season opener, inquadrandoli come la peggiore squadra dell’intera NBA. Eppure i Rockets hanno sempre mantenuto da inizio stagione un record positivo, collezionando scalpi prestigiosi come Portland, Jazz a […]

Continue reading about Houston, no problem

Gerry on November 13th, 2009

Se c’è una cosa che amano gli americani è dare premi a tutto ed a prescindere, sia nel bene che nel male. Se c’è una cosa che invece odio io è mettere la faccia dopo meno di 10 partite provando ad azzardare i candidati ad uno dei più sfiziosi quanto imponderabili premi NBA di fine […]

Continue reading about Most Improved Player 2010: nomination (Part.1)

Mookie on November 5th, 2009

Non è facile mettere nello stesso pezzo Barkley e Vecsey, due che si detestano al punto che l’ex MVP ha preteso il classico “o lui o me” da quelli della TNT, il canale televisivo dove l’opinionista newyorchese non compare quasi più. Ma una cosa li accomuna: non sono mai scontati e, sebbene con diverso stile, […]

Continue reading about Gli spietati