In NBA non si può retrocedere.
Ma si può arrivare ultimi, giocare con il palazzo deserto, vedere il proprio nome preceduto da “Fire” su un cartello di un tifoso, finire ai margini della rotazione decisa dal proprio allenatore, chiudere nell’anonimato una carriera gloriosa.

Questa è la mia graduatoria (e qualche nome è doloroso) di chi si trova in discesa libera.

«Quand'è che mi scade il contratto qui?»

«Quand'è che mi scade il contratto qui?»

Ecco la top ten, suddivisa per categorie.

1. Squadra – New Orleans Hornets
Golden State non vale, è già nel baratro. La squadra di Chris Paul invece precipita dall’alto dei playoff 2008, quando si parlava di rincorsa al titolo e di nuova PowerHouse. Togliete la star ad ogni squadra della lega e scoprirete che nessuna è così imbarazzante e senza idee quanto il gruppo allenato dal pessimo Byron Scott.

2. Coach – Mike Dunleavy
Il talentuoso roster dei Clippers non farà i playoff manco sta volta, nonostante molti pronostici illustri li quotino tra le prime otto della Western.
Per sua fortuna il G.M. ad L.A. due è lui… Ridateci Baylor!!

3. (Former) All Star – Allen Iverson
La solita storia: grande campione a fine carriera e senza anello cerca squadra per ultimo assalto al titolo. Memphis???? Are you talkin’ ’bout MEMPHIS?!?!..

4. GM – Steve Kerr
Cosa disse quando portò Shaq ai Suns di D’Antoni? If it works I’m a genius. If it doesn’t I’m an idiot. Non ha funzionato, come le altre scelte fatte in seguito.

5. (Furono) Grandi promesse – Darko Milicic
Se neppure D’Antoni lo resuscita, è game over!

6. ovviamente… Sesto Uomo – James Posey
Difendeva, tirava, correva. Modo indicativo, tempo imperfetto. Non è più neanche il sesto uomo di una squadra da lottery.

7. Franchigia – New Orleans (aridanghete)
Palazzetto vuoto, Chris Paul non vede l’ora di scappare, salary cap problematico (73 milioni garantiti anche per la prossima stagione). Candidati #1 per il ritorno di Seattle nella mappa NBA.

8. Trasferito – Sergio Rodriguez
Finalmente lontano da McMillan, finalmente con poca concorrenza nel ruolo. Finalmente libero di creare la più spettacolare e creativa delle palle perse. È già negli highlights!

9. Free Agent – Stephon Marbury.
Nonostante le point guard che pensano prima a passarla non siano più tanto di moda, lui ancora non trova un contratto. E non è neppure infortunato o in cattive condizioni.

10. MVP – Steve Nash
Steve che resti a fare lì? Scappa fin che puoi!

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>