E ora manca solo il sorriso del toro.

1. (1) Lakers 95

(M: 24+24; G: 23+24)

Mookie: Perché i Lakers sono inarrestabili nel dopo-ASG? Derek Fisher ha un’idea precisa: “Inizierei da Andrew Bynum”.
Gerry: Si è aggiunto persino uno scettico della prima ora come Federico Buffa al partito del bambinone, la vicenda si fa seria.

2. (3) Chicago 94

(M: 24+24; G: 24+22)

M: Horace Grant vede in Noah un suo degno erede, Michael Jordan prevede altri sei anelli per i Bulls, Rose acclamato MVP. Così, per non mettere pressione..
G: Campioni del mondo! Campioni del mondo! Campioni del mondo!

3. (2) San Antonio 94

(M: 23+25; G: 23+23)

G: Oltre al nome “Los Angeles Lakers”, andate cauti nel pronunciare a Pop pure quello dei “Miami Heat”. Normale scarico in vista dei playoff o problema strutturale con le big?
M: La miglior regular season di Popovich coincise con l’eliminazione al secondo turno contro Dallas. Che siano scaramantici?

4. (4) Boston 90

(M: 21+24; G: 22+23)

G: Non solo c’è una bella differenza tra avere e non avere il fattore campo in finale, ma anche tra giocare il secondo turno contro Orlando e giocarlo contro Miami.
M: Aspettando il ritorno di Shaq ieri Doc Rivers ha ammesso che comunque uno come Perkins non si sostituisce. Ok il discorso sarebbe più complesso, ma stringi stringi..

5. (6) Oklahoma City 88

(M: 24+22; G: 21+21)

G: Durant riceve palla, fa la guida turistica a Perkins, suggerisce come piantare i semi nel giardino della Casa Bianca, si alza e segna.
M: Perkins è già regista e padrone della difesa dei Thunder.

6. (5) Dallas 88

(M: 21+23; G: 22+22)

M: Anche se avesse ragione Jason Terry – abbiamo la miglior panchina della Lega – il secondo posto gli è sfuggito di mano.
G: Fattore campo a parte, il vero guaio è che nel destino c’è molto, forse troppo gialloviola.

7. (8) Miami 86

(M: 21+23; G: 20+22)

G: Stavano provando a farci passare Chris Bosh come il barometro della squadra, ci ha pensato Durant a rimettere in ordine le cose.
M: La domanda è sempre la stessa: cosa cambierà ai playoff? Attendo Haslem per togliermi il dubbio.

8. (7) Orlando 84

(M: 21+21; G: 21+21)

G: Dwight O Animale si sogna ancora di notte l’area intasata dei Lakers nel secondo tempo allo Staples.
M: L’incubo del Most Annoying Coach of the Year sono invece le palle perse dei suoi Magic.

9. (9) Denver 81

(M: 23+19; G: 21+18)

M: Nenè vuole restare a Denver a vita, Felton è contento di fare la riserva e nel post-Melo si continua a vincere: è tutto troppo bello.
G: Solo per l’amalgama trovata in questo mese coach Karl merita il podio per allenatore dell’anno.

10. (11) Portland 73

(M: 20+18; G: 18+17)

M: Roy è tornato Roy, per qualche minuto. Nel frattempo Wallace prova il costume da ala forte.
G: Certo che se funziona pure la configurazione con LaMarcus da centro..

11. (10) Atlanta 72

(M: 19+19; G: 17+17)

M: Il presente è un inevitabile primo turno contro Orlando. Riguardo alle stagioni a venire, gli esperti di ESPN li collocano al 19° posto nel Future Power Ranking.
G: Sarebbe un peccato far evaporare il talento di Johnson, Smith e Horford a causa del profilo troppo basso dei proprietari.

12. (12) New Orleans 70

(M: 18+19; G: 16+17)

M: Partita la campagna abbonamenti per la prossima stagione, “Are you in?” Ma quanti credono a Chris Paul quando dice “I’m in”?
G: Per caso lo spot è stato girato da Spike Lee?

13. (13) New York 68

(M: 17+17; G: 17+17)

G: Non avranno tanti nemici, ma Toney Douglas e Landry Fields sono comprimari che Miami si sogna.
M: Mike D’Antoni e la doppia sconfitta contro i Pacers: “un film dell’orrore”. Attento Mike, Nightmare ne han fatti 9!

14. (15) Memphis 66

(M: 17+18; G: 16+15)

G: Incredibile la loro incapacità di staccarsi definitivamente dal nono posto; lunedì contro Utah l’occasione decisiva.
M: Zach Randolph sostiene che lui e Marc Gasol sono una delle migliori coppie di lunghi. I Knicks li prendono in parola e li sotterrano con 20 triple.

15. (14) Philadelphia 65

(M: 17+16; G: 16+16)

G: Non sazi, ormai sfogliano la margherita per il primo turno: Chicago, Boston o Miami?
M: Thaddeus Young svanisce sul più bello e il sorpasso ai danni dei Knicks fallisce.

16. (17) Houston 56

(M: 15+15; G: 14+12)

G: È bastato buttare via il codice per tornare a credere nei playoff. Sregolato coach Adelman.
M: Credere è la parola giusta. Quando sei costretto a puntare tutto su Chuck Hayes e Chase Budinger a che ti servono manuali e codici?

17. (18) Utah 56

(M: 16+15; G: 13+12)

G: Due trasferte in back to back (Houston e Memphis) per la sentenza: ottavi o lotteria?
M: La seconda che hai detto.

18. (16) Phoenix 56

(M: 13+16; G: 14+13)

G: Avete presente l’atmosfera della domenica sera, quando stai perdendo di brutto al fantacalcio ma speri lo stesso che il tuo difensore faccia gol nel posticipo per il +3?
M: I Suns senza Nash sono come l’Inter di Simoni senza Ronaldo. E nessuno sperava in Colonnese…

19. (20) Golden State 46

(M: 12+12; G: 12+10)

G: Perdono in scioltezza, ma conservano l’ottavo posto ad Est.
M: Quando Acie Law gioca meglio di Stephen Curry c’è poco da stare allegri.

20. (23) Indiana 46

(M: 12+11; G: 12+11)

M: Tyler Hansbrough sgomita, prende la sua vendetta su O’Brien, posterizza Amar’e e segna 23 punti a partita.
G: Manca all’appello il salto di qualità del neo titolare Paul George.

21. (19) Milwaukee 43

(M: 11+11; G: 10+11)

G: Con l’emicrania di Bogut niente pasta stracotta, era stata buttata nel momento giusto.
M: Dan sarebbe fiero di me. Ma quanto dura ancora la telenovela su Michael “sono quasi pronto al rientro” Redd?

22. (21) Charlotte 40

(M: 12+10; G: 10+8)

M: Calendario terribile: faranno visita a Durant, Duncan e Garnett, ospiteranno Melo e nel mezzo anche i due spareggi contro Pacers e Bucks.
G: Ma non è detto che avrebbero vinto anche contro lottery team.

23. (22) Clippers 38

(M: 12+10; G: 8+8)

G: Chiuso per ferie.
M: Match up tra il passato e il presente dei Clippers: Elton Brand stravince contro Blake Griffin. Difficile che si ripeta in futuro.

24. (24) New Jersey 37

(M: 13+8; G: 8+8)

G: Per fortuna è arrivata la corazzata di Rose e compagni, qualcuno stava già confrontando il calendario dei Nets con quello di Indiana e Charlotte.
M: Prima che i Bulls li fermassero (a 73) i Nets di Deron viaggiavano a 105,5 punti di media.

25. (26) Detroit 22

(M: 5+7; G: 5+5)

G: Abbiamo finalmente giocato sapendo cosa fare. Un po’ la tipica dichiarazione che ti aspetti dal coach dopo la partita numero 68 della stagione.
M: Rodney Stuckey è diventato il primo Pistons a dare dieci assist in una partita prima di concedere un tiro per sé. Ma lui e T-mac insieme non fanno un playmaker.

26. (25) Minnesota 19

(M: 6+4; G: 5+4)

M: Ora che è finita la striscia record di doppie-doppie di Love, il grande tema torna ad essere Ricky Rubio. Quando si dice non avere nulla di cui parlare.
G: In alternativa c’è il draft: qualche buon playmaker da scegliere, per non perdere il vizio?

27. (27) Toronto 15

(M: 5+4; G: 3+3)

M: Ultime settimane di regular season per capire chi vale la pena salvare dei giovani.
G: DeRozan e (forse) Davis a parte, ce ne sono?

28. (28) Sacramento 10

(M: 2+4; G: 2+2)

G: Non ci si può abbattere per le sconfitte, devi avere una ragione per essere ottimista. Coach, ma avete perso in casa con Cleveland!
M: Passi trasferirsi a Brooklyn, ma Anaheim?!?

29. (30) Cleveland 9

(M: 3+2; G: 3+1)

G: Ho visto navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione.. ed i Cleveland Cavaliers del Marzo 2011.
M: Forrest Gump concluderebbe… e non ho altro da dire su questa faccenda.

30. (29) Washington 9

(M: 1+3; G: 2+3)

G: Fa specie notare che distano solo 3 partite dal record di Cleveland.
M: Dodici stoppate permettono a Javale McGee di registrare la prima (e forse unica) tripla doppia in carriera. Non impedendo ai Bulls di vincere sbadigliando.


Nota.
Il punteggio totale di ogni squadra è la somma di quattro valori, due per ciascun blogger, compresi tra 1 e 25 e indicati tra parentesi. Per ciascuna coppia di numeri il primo esprime lo stato di forma attuale della squadra, il secondo la prospettiva finale (di regular season) percepita.
Hollinger who?

Tags:

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>