Copertina per Doug Collins, nemmeno quando allenava MJ.

1. (1) Boston 94

(M: 24+24; G: 23+23)

Mookie: Senza Rondo, Shaq, Jermaine e Perkins mettono sei uomini in doppia cifra e gli basta il secondo tempo per archiviare la pratica Hawks. Pilota automatico.
Gerry: Se li conosco un po’ il drastico calo dovrebbe iniziare verso fine Gennaio. Ma il fieno in cascina con queste 12 vittorie in fila è impressionante.

2. (2) San Antonio 93

(M: 25+22; G: 24+22)

M: Nessuno dice che Richard Jefferson è finalmente diventato uno sperone a tutti gli effetti.
G: Manca solo Splitter all’appello, da tenere d’occhio da Febbraio.

3. (5) Miami 91

(M: 24+23; G: 21+23)

M: Ha ragione Deron Williams, non sono più la squadra di un mese fa. E quei tre stanno imparando a giocare di squadra. Tra loro, of course.
G: Le avversità, le provocazioni ed i fischi hanno fatto andare LeBron ai materassi, con palese autocritica e cambio di approccio in campo. Il calendario ha aiutato, ma ora ci sono ufficialmente anche loro.

4. (4) Lakers 90

(M: 21+25; G: 21+23)

M: E dire che in maglia Lakers è appena arrivato una ex prima scelta assoluta! Però se serve il miglior Kobe per superare i Nets, siamo ancora lontani dallo standard gialloviola.
G: Ma senza Sasha chi si divertirà ad insultare in italiano Kobe?

5. (3) Dallas 88

(M: 24+20; G: 23+21)

M: Nowitzki sta per superare Larry Bird nella classifica dei realizzatori all-time. Purtroppo il tedesco rischia di finire nell’aggiornamento di questo articolo tra un lustro appena.
G: Insieme al suo play attuale ed a quello che c’era all’inizio della sua carriera. Vitaccia essere un campione a Dallas.

6. (7) Oklahoma City 85

(M: 23+22; G: 20+20)

M: Il 25 dicembre la partita dei Thunder contro Denver sarà trasmessa in tutto il Paese, un riconoscimento riservato ai team d’élite. D’altronde sono in costante ascesa e possono vantare il 2010 USA Basketball Male Athlete of the Year.
G: E dall’anno prossimo non gli daranno più Denver a Natale…

7. (6) Chicago 84

(M: 23+20; G: 20+21)

M: Proprio quando mi parevano pronti a spiccare il volo, ecco la notizia dell’infortunio di Noah, il pezzo indispensabile per coach Thibodeau.
G: Beh, che problema c’è? Ci pensa questo mostruoso Boozer! Ah, ma Noah difendeva anche…

8. (9) Utah 78

(M: 21+20; G: 18+19)

M: Paul Millsap non presente nell’elenco dei candidati per l’AllStar Game è una vergogna!
G: Il rientro di Okur può dare una dimensione ulteriore, ma la shakerata a New Orleans annienta le credenziali da prima delle non contender, oltre a costare il primato nella Northwest.

9. (8) Orlando 76

(M: 18+20; G: 17+21)

M: In due settimane riescono ad avere la meglio solo dei Clippers. La necessità di cambiare qualcosa assume le sembianze di Gilbert Arenas.
G: E quelle della cessione di almeno un paio tra Lewis, Carter, Pietrus, Bass, Anderson e Gortat. Tra 7 giorni potremmo commentare dei Magic trasfigurati.

10. (10) New Orleans 73

(M: 20+19; G: 17+17)

M: Belinelli scende, Marcus Thornton sale. Ma il mio coach preferito liquida la faccenda: “Even old ladies are coming up to me and asking why Marcus isn’t playing more.”
G: Ripartiti dopo il periodaccio, ma ora tutti li conoscono e li temono; sarà sempre più dura.

11. (11) Atlanta 69

(M: 18+17; G: 17+17)

G: Un Joe Johnson di ritorno leva la crisetta di torno.
M: Ma non erano tutti contenti di non essere più JJ-dipendenti?

12. (12) Denver 69

(M: 18+17; G: 17+17)

G: Summit del front office con Iva Zanicchi per OK il prezzo è giusto. Presente anche Carmelo che è uscito dagli studi urlando “cento! cento!”
M: È servito un super Duncan e una magia di Ginobili per sconfiggere i Nuggets. Ma Anthony non pare convinto di essere al posto giusto.

13. (13) New York 68

(M: 19+17; G: 17+15)

M: Carmelo ha detto passo sull’estensione contrattuale con i Nuggets. Se continuare a parlare di Melo a NY ha questo effetto sul nostro Danilo, ne faremo un tormentone!
G: La priorità ora è prescrivere un calmante a Spike Lee però.

14. (14) Portland 63

(M: 15+16; G: 16+16)

M: Altro che Oden, qui ormai si dice che non rivedremo più il miglior Roy. In due mesi Portland è diventata la squadra di Wes Matthews. Con buona pace dei sognatori.
G: Sembra un film di Woody Allen: buoni attori, cast profondo, qualche spunto interessante, ritmo tendente al rasoterra, sempre i soliti temi. Ma senza Diane Keaton (alias Brandon Roy) non ci si aspetta più i capolavori.

15. (15) Phoenix 62

(M: 15+15; G: 15+17)

M: L’esperimento Turkoglu è già finito (back to Orlando??) e le perplessità su Earl Clark rendono interessante l’ipotesi Gortat. Ma Nash deve andarsene per sperare nell’anello.
G: Anche perché con Carter e Pietrus per Richardson le cose cambiano il minimo sindacale. Per quanto in meglio, ma siamo solo ad un rimescolamento.

16. (16) Milwaukee 61

(M: 15+16; G: 15+15)

G: Con il miglior centro della lega (BOOM! Tanto questo blog non è molto letto in Spagna ed in Florida…), tutto è possibile.
M: Skiles cambia starters e rotazioni, ma i Bucks di Bogut espugnano Dallas e non rallentano nonostante un calendario terribile.

17. (19) Houston 57

(M: 15+14; G: 13+15)

M: L’argomento del giorno è Yao Ming: non si sa quando e se tornerà. Ma zitti zitti i Rockets si stanno rimettendo in scia per i playoff.
G: Un popolo in lutto, ma non è quello di Houston che aveva già subodorato the end.

18. (18) Memphis 54

(14+15; 12+13)

M: Se pure O.J. si dichiara un team-player, questi Grizzlies si meritano qualche sedia vuota in meno a Memphis. Speranza vana.
G: Eh, ci mancava solo che gli credessero!

19. (17) Indiana 52

(M: 14+15; G: 13+10)

M: Sam Cassell diceva: non conta chi è in campo all’inizio della partita, ma chi c’è alla fine. C’è un caso Darren Collison da tenere monitorato.
G: Se finissero fuori dalla zona playoff non sarei sorpreso, ma il progetto guarda più avanti.

20. (23) Philadelphia 49

(M: 14+13; G: 10+12)

M: Ok, ci siamo sbagliati. Non avevamo previsto che Holiday e Meeks finissero nella top10 dei sophomore mentre Speights e Turner stanno a guardare.
G: Mi sembrano sempre pronti alla rivoluzione (Iguo trade) da un momento all’altro, però per l’ottavo posto ad Est oggi scommetterei su di loro.

21. (20) Charlotte 43

(M: 10+13; G: 10+10)

G: C’è più aria di trade qui che aria di neve e gelo in Italia in questi giorni.
M: Nazr Mohammed sulla sua squadra: We’re not a fast-break team, not half-court. And not defense.

22. (21) Toronto 40

(M: 13+13; G: 8+6)

M: Reggie Evans era perfetto per completare le carenze di Bargnani. Il Mago si consola scoprendosi clutch-time player e da vero leader costringe alla resa i Nets. Ma..
G: Ma faranno schifo lo stesso.

23. (24) Golden State 33

(M: 8+10; G: 8+7)

M: Dorell Wright dopo la vittoria sui Lupi che ha bloccato la serie negativa di sette sconfitte: inizia qui la nostra striscia vincente. Meglio di Chris Rock.
G: Però quando Dorrell si candida a Most Improved Player suscita meno risolini.

24. (25) New Jersey 30

(M: 7+9; G: 7+7)

M: Ceduto anche Terrence Williams, ennesimo bocciato del New Jersey. Ma è solo l’inizio.
G: I 3/4 di Gentile, i 7/8 di Collovati ed i 4/5 di Rete 4, più due prime scelte a Denver? Ancora niente. Intanto pare ne abbiano vinta una.

25. (26) Minnesota 27

(M: 5+8; G: 7+7)

G: Ma un posticino nel terzo quintetto NBA a colui che dopo Moses Malone (1983) rischia di chiudere la stagione a 20 punti e 15 rimbalzi, lo troviamo? O almeno il Most Improved!
M: Come cantavano i Simply Red: It’s only love doing its thing baby..

26. (22) Washington 27

(M: 6+9; G: 5+7)

G: Gilberto ha deciso: è arrivato il momento di andare ad Orlando. Quello di vincere continua a non essere contemplato.
M: In otto giorni perdono contro Kings e Nets, ci sono dubbi sui peggiori in circolazione in questo momento?

27. (29) Clippers 27

(M: 5+9; G: 5+8)

G: In attesa che si accorgano di essere forti, Blake Griffin è già il Rookie of the Year 2011.
M: Prima vittoria esterna. A Detroit. Conta?

28. (28) Detroit 26

(M: 6+8; G: 5+7)

M: Dopo averli visti sperperare 25 punti davanti al proprio pubblico, contro Toronto.. non so più che dire. Imbarazzanti.
G: Per un po’ di ottimismo, guardiamo altrove: Detroit guida la classifica nazionale del decremento demografico, causato dal declino dell’industria locale. Ahia.

29. (30) Sacramento 18

(M: 2+9; G: 2+5)

M: Cousins cresce piano piano, nonostante fatichi a restare a lungo in campo. Gli arbitri mi fischiano fallo, ma non mi spiegano mai cosa ho fatto. E a loro non puoi dire niente.
G: Ricapitolando: 2-18 nelle ultime 20. In questi casi si va col classico: potrebbe andar peggio, potrebbe piovere.

30. (27) Cleveland 17

(M: 2+6; G: 5+4)

M: Finalmente coach Byron Scott ha una squadra alla sua altezza.
G: Qui dalle mie parti direbbero: i g’han tirà giò la clér.


Nota.
Il punteggio totale di ogni squadra è la somma di quattro valori, due per ciascun blogger, compresi tra 1 e 25 e indicati tra parentesi. Per ciascuna coppia di numeri il primo esprime lo stato di forma attuale della squadra, il secondo la prospettiva finale (di regular season) percepita.
Hollinger who?

Tags:

6 Comments to “Power Ranking #3”

  1. Canigggia says:

    “Finalmente coach Byron Scott ha una squadra alla sua altezza.”

    Amen!

  2. simonpietro says:

    “M: In due settimane riescono ad avere la meglio solo dei Clippers. La necessità di cambiare qualcosa assume le sembianze di Gilbert Arenas.
    G: E quelle della cessione di almeno un paio tra Lewis, Carter, Pietrus, Bass, Anderson e Gortat. Tra 7 giorni potremmo commentare dei Magic trasfigurati.”
    E sta premonizione? O già lo sapevate lol?
    ma un bell’articolino sulla mandrakata di Otis Smith? Più che altro perchè per capire le gerarchie in casa Magic serve una stele di Rosetta…

  3. mirco di uboldo says:

    ciao e ancora complimenti!!! comunque purtroppo anche il buon steve di phx rischia di entrare in quella lista riferita a nowitzki, ma secondo me con molto più rammarico… griffin è spaventoso, dovrebbe stare in un team vincente, magari sperando che lo diventino anche i clippers(?)…. idem per love…

  4. Il Poz says:

    Gerry Donato, il “faranno schifo lo stesso” nei confronti dei Raptors è un po’ troppo presa per il culo per noi tifosi, passi una volta, passi due… ma hai rotto le palle

  5. Francesco says:

    …bé, non è per deriderli credo, è che a me sembra abbastanza evidente che stanno facendo una stagione anche sopra le righe per il roster che hanno…anche io sorrido se bargnani mi segna il ventello e anche più e la squadra vince, ma siamo seri, se non fossero a est quanto sarebbero?e anche a est stanno sorprendendo, un periodo di flessione credo anche io che ci sarà, mi sembra fisiologico…

  6. doppok says:

    mah, Il Poz, sii obiettivo, dove pensi che vadano questi Raptors? A meno di clamorose trade questi si sciolgono presto…

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>