Rondo va a Dallas per… nulla.

Say Goodbye.

Say Goodbye.

Si sa, Rajon non poteva essere, per evidenti motivi tecnici, fisici e finanziari, la pietra miliare su cui ricostruire i nuovi Celtics da titolo.

Troppo anarchico in campo, troppo difettoso in elementi chiave (difesa e tiro) per essere un leader tecnico, troppo ambizioso per poter aspettare a lungo la vittoria, troppo aleatorio circa il suo stato di salute.
In pillole, troppo lontano dal poter ricevere da Boston quel massimo salariale o comunque quelle altissime cifre che certamente proverà a mendicare tra qualche mese, a partire ovviamente da Dallas.

Ma questa trade con tempistica agghiacciante certifica un’amara realtà per gli inferociti e sconsolati tifosi biancoverdi: per tornare competitivi, ammesso che ciò avvenga, passerà moltissimo tempo. Forse troppo.

Ainge non ce l’ha fatta. Non è riuscito a muoversi con la sua caratteristica navigazione a vista improvvisando una concatenazione di mosse casuali tale da rimettere sulla mappa in breve tempo la franchigia.
Non è riuscito proprio a muoversi, non senza alibi tra cui lo stesso infortunio del suo numero 9, ma con l’evidente sopravvalutazione della sua capacità di portare free agents di valore a Boston.

Si è messo con le spalle al muro, ma all’interno di un tombino. Ed un tombino chiuso, da cui non passava più l’aria.

Non si spiega altrimenti perché accettare questo abominio e farlo a ben due mesi dalla scadenza del mercato, in assoluta emergenza ed in presumibile panico da gioco al ribasso (ma davvero in passato nessuno ha offerto qualcosa in più? E davvero a febbraio nessuno avrebbe offerto almeno qualche scelta migliore?).

Perché sì, vendere l’unico presunto bene che ti è rimasto in squadra, per di più ultima bandiera e cuore di una dinastia, alienandolo in cambio di una prima scelta che assomiglia molto ad una seconda, una seconda che è proprio un’inutile seconda, una cospicua trade exception di cui però come al solito non saprai che fare, un giocatore che scadrà tra pochi mesi (Wright), un carnefice di un taglio obbligato per rientrare nei 15 giocatori a roster (Crowder) ed un veterano che in un mondo perfetto (quindi non questo) dovrebbe insegnare a Smart come si gioca playmaker in questa Lega (Nelson), è oggettivamente un abominio.

Per quanto un abominio obbligato.

Ainge non ha deciso di andare coi giovani per poi impacchettarli insieme alla moltitudine di scelte future in cambio di stelle (Garnett, Allen) da aggiungere alle stelle già presenti a roster (Pierce) per poi valorizzarne altre ancora (Rajon appunto).

No, Ainge va oggi coi giovani per poi andare con altri giovani e vedere se finalmente ne azzecca o valorizza qualcuno, non avendo più letteralmente altro a roster.
Si è dovuto arrendere, per poter almeno considerare la ripartenza.

Sogni d’oro, popolo biancoverde.

Ora si può pure dare a Smart e Young tutto il tempo che occorre loro per crescere, dimenticando l’attualità ed i poco incoraggianti esordi, ma è agli atti che da Sullinger, Olynyk, Bradley, Pressey, Turner e Zeller non cavi fuori nulla di interessante, sia pur con graduazioni differenti.

Ed i soldi che spetterebbero ai big, sorvolando sulle cifre assurde del rinnovo di Bradley fino al 2018, sono ora impegnati a salario per poco più (Green, Thornton) o poco meno (Wallace, Bass) di suggestioni contabili, quattro contratti che insieme sfornano la mefistofelica somma di $35 milioni alla cassa, decisamente più utili nello studio del commercialista che in campo.
Col piccolo inghippo che solo Thornton e Bass sono in scadenza e con l’enorme inghippo che ora non ci sono più cespiti da affiancare per cederli.

Siamo al vuoto assoluto, perché si sono annullate anche le prospettive. E la storia, in primis proprio quella di Rondo, ci dice che far crescere i giovani in contesto vincente è molto più semplice che farlo con una squadra cadetti destinata a perdere tanto e male per almeno due anni (non ho detto Philadelphia eh).

Verissimo, si sono viste tante ricostruzioni inattese nella pazza storia della NBA e lo stesso Ainge si è reso protagonista in passato di uno dei più opulenti conigli tirati fuori da un cilindro ristretto a dismisura, dopo il mancato aggancio ad Oden o Durant nel 2007.

Ma appunto, è una mandrakata che ti riesce una volta in carriera, anche perché non è sempre facile trovare l’amico McHale di turno che ti porta in dote Garnett, ripartendo da Boston con un torpedone pieno di giovani nemmeno poi di così belle speranze.

E se quello che sembrava un eroe fino a poco tempo fa oggi è forse la persona più denigrata, insultata ed indesiderata nell’intero Massachusetts, forse un motivo ci sarà.
Buona fortuna Danny, te ne servirà veramente tanta. Anche se al Fire Ainge dovresti essere ormai abituato.

Tags: , ,

36 Comments to “Rajone senza sentimento”

  1. BTS Merchandise is a clothing brand based in US. Get BTS hoodie, BTS t shirt, at sale price. 50% off and fast shipping.

  2. In the United States, BTS Merchandise is a clothing brand that offers a wide range of items. Get a BTS hoodie, and BTS t-shirt, at the sale price. 50% off and fast shipping.
    bts merch shirt

  3. In the United States, BTS Merchandise is a clothing brand that offers a wide range of items. Get a BTS hoodie and a BTS t-shirt, at the sale price. 50% off and fast shipping.
    bts merch store

  4. BTS Merchandise is a clothing brand based in US. Get BTS hoodie, BTS t shirt, at sale price. 50% off and fast shipping.
    The BTS Hoodie For Women is made from a combination of cotton and polyester. With up to 50% off and fast shipping worldwide,
    you can take advantage of this offer. The BTS store has a wide variety of merchandise for sale.

    bts merch store

  5. The BTS Merchandise brand is based in the United States and sells clothing. At this sale price, you can get a BTS hoodie, a BTS t-shirt, all at a discounted price.
    There is a 50% discount and fast shipping on this item.
    black bts hoodie

  6. BTS Merchandise is a clothing brand based in US. Get BTS hoodie, BTS t shirt, at sale price. 50% off and fast shipping. The BTS Hoodie For Women is made from a combination of cotton and polyester. With up to 50% off and fast shipping worldwide, you can take advantage of this offer. The BTS store has a wide variety of merchandise for sale.
    bts merch store

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>