Viaggio nel sommerso e nel dimenticato: squadra per squadra, le delusioni o le sparizioni di questo inizio di stagione. Western Conference.

Guardate che bravo: tengo la palla con due mani!

Guardate che bravo: tengo la palla con due mani!


Al-Farouq Aminu
Possiamo definitivamente metterci una pietra sopra, oppure alla Balotelli dobbiamo ancora aspettare, perché potenzialmente…? Per la sottosezione “cimitero degli elefanti”, da registrare l’inutilità a roster di Jefferson e Villanueva.

DEN

JaVale McGee
Anche alcuni degli attori del film Freaks non hanno avuto alla distanza una folgorante carriera.

Brandon Rush
Nei Guerrieri che vincono non c’è spazio per l’ex Kansas, peccato perché prima del brutto infortunio era un fattore. C’è la gabola infortunio anche per uno dei più grandi enigmi chimico-tattici dei prossimi mesi NBA: cosa sarà di Golden State col rientro di David Lee (e viceversa)?

Francisco Garcia
Sostanzialmente a Houston sono tutti al posto giusto, balza allora agli occhi il tracollo piuttosto repentino dell’ex King.

Glen Davis
Sembrano passate ere geologiche da quando per lo stesso coach risultava decisivo in Finale NBA. E per l’altra sottosezione “Mamma… li turchi”, era solo 5 anni fa quando Turkoglu andò a qualche dettaglio dall’essere MVP delle Finals con Orlando.

LAL

Kobe Bryant
Perché, c’è qualche altro giocatore a roster?

MEM

Vince Carter
Magari a lui andrà bene così, perché appendere un calendario nuovo per 37 volte si fa sentire se vuoi giocare in quel ruolo in questa Lega, ma negli ultimi due anni erano pur sempre circa 12 punti in 25 minuti ed in team similarmente vincente.

Anthony Bennett
Qui ci vorrebbe un capitolo a parte. Si potrebbe citare la struggente involuzione tecnica di Rubio, si potrebbe infierire sulla caduta più clinica che altro di Budinger, si potrebbero affrontare le difficoltà di ambientamento di Young. Ma non si può fare a meno di prendere atto che la prima scelta assoluta del 2013 è a tutti gli effetti un bidone.

Austin Rivers
Non è affatto detto che se il papà è una grande figura in un certo campo, il figlio debba esserlo in egual misura, anche senza bisogno di scomodare Presidenti degli Stati Uniti o Trote padane. Restando in ambito ittico e lumbard, per il Salmone è il momento di tirà giò la clèr.

OKC

Nick Collison
D’accordo che lui e Perkins tornano storicamente buoni a dosaggio controllato per le missioni speciali in postseason, ma come la mettiamo se qui nel frattempo non si raggiungono i playoff?

Alex Len
Vero che la gestazione dei centri è doverosamente più lunga e tre anni sono il minimo sindacale di attesa prima di emettere sentenze, ma i miglioramenti dell’ucraino appaiono troppo centellinati a cospetto della sua quinta scelta assoluta.

Thomas Robinson
Vincono, quindi va tutto bene. Però Leonard, McCollum e Robinson sarebbero tutti e tre stati scelti in lotteria. Soprattutto l’ex Sacramento ufficializza non solo di non poter reggere le aspettative che suscita una scelta numero cinque, ma di aver messo in dubbio la sua stessa permanenza in questa Lega.

SAC

Derrick Williams
Cosa hanno in comune Michael Kidd-Gilchrist, Evan Turner, Hasheem Thabeet, Michael Beasley, Tyrus Thomas (con scambio), Marvin Williams ed appunto il nostro Derrick? Sindrome Milicic! Jabari, che te ne pare?


Qui meglio non farne incazzare nessuno, perché poi te li ritrovi di colpo decisivi ai playoff e la Gabbata Pop non è piacevole da subire. Per altro ed al solito con Spursello, stanno facendo tutti quello che sono chiamati a fare per trovarsi in quel posto. Forse con la sola parziale eccezione di Austin Daye.

Trey Burke
Se non fosse che stia deludendo ancora più del titolare di cui sopra, sarebbe spianata la strada per il rookie Dante Exum anche nel breve periodo. Ma mentre quest’ultimo deve ancora imparare tutto di questa Lega, Burke sta ormai piuttosto consolidando una marcata inadeguatezza per il ruolo di titolare in squadra che punta in alto.

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

7 Comments to “Under the weather (West)”

  1. lebronpepps says:

    a me Len non dispiace in realtà, parliamo di un secondo anno che nella prima stagione ha visto il campo pochissimo, qualche miglioramento si intravede ed ha momenti in cui in campo ci sta egregiamente (se potesse giocare ogni sera contro la frontline dei Celtics sarebbe un fenomeno ahimè), per me la giuria rimane in camera di consiglio almeno per un’altra stagione

  2. Jacopo says:

    Oui.E anche su Exum,aspettare,aspettare,aspettare.Pure Bennett lo vede in risalita rispetto allo scorso anno (che poi questo sia troppo poco per giustificare una prima assoluta,e’un altro paio di maniche

  3. gec says:

    Tranquilli che i Thunder ai PO ci vanno al 100% se non si rirompono

  4. Saimon says:

    Scussi…per i non lumbard, “tirà giò la clèr”, esattamente? fino a tirà giò ci arrivo, ma poi….. 🙂

  5. Davide says:

    Tira giù il negozio, gratacul 🙂

  6. Gerry says:

    😀

    La “cler” è quella saracinesca che i negozianti (prevalentemente milanesi o del nord, ma è ampiamente sdoganata anche a sud di Melegnano) tirano giù davanti alla vetrina nel momento della chiusura del negozio per sorvegliarlo dall’esterno e comunque assicurarlo ai malintenzionati.

    Nel linguaggio simbolico di queste parti, quel modo di dire è esteso come espressione di una cessazione definitiva dell’attività.

  7. Saimon says:

    grazie! L’equivalente emiliano di “srèr baraca” o “srèr butega” quindi 😉

    wegotgame per la cultura! 🙂

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>